Immaginando il giorno delle proprie nozze istintivamente si visualizza l’atmosfera nella quale ci si vuole immergere, quella che si reputa perfetta per pronunciare il si più importante della vita. L’ambiente nel quale accoglierai i tuoi ospiti, i profumi e i colori che vi circonderanno, puoi modularli in base alla location ed alla chiesa, ma per creare continuità tra i due luoghi e personalizzare la cerimonia, è determinante la scelta dei decori floreali e del bouquet. Il linguaggio dei fiori riconquista la sua importanza durante il matrimonio, diventa un passe-partout per la comunicazione dello stile e del vostro lifestyle. Qualsiasi siano i vostri gusti, gli addobbi floreali parlano di chi siete come coppia e se la vostra celebrazione sia più o meno formale e intima.

Sei a corto di idee? Dà un’occhiata alla nostra bacheca Pinterest dedicata e lasciati ispirare! 

La tendenza 2021/2022 è quella di composizioni, un po’ “spettinate” che vogliono avvicinarsi alla sregolatezza della natura, adottando materiali naturali ed eco-friendly. Un trend dalle mille sfumature ma che strizza l’occhio al sostenibile.

Se sogni un matrimonio all’aperto tra staccionate ed elementi rustici col profumo dei campi di primavera, il country chic fa al caso tuo, uno stile fresco che trae il meglio dal paesaggio circostante. Per i tavoli l’impiego dei fiori di campo, delicatamente allacciati, sfruttano la gamma di colori della natura spontanea. Così i colori neutri del fiore della carota selvatica, in bocciolo e non, uniti a statice multicolore e all’arancione dei fiori di aloe, creano un’armonia di gusto campagnolo. Si creerà automaticamente una continuità con la natura che vi circonda, senza rinunciare a estrose note di originalità. Il bouquet, mantenendo il formato a fascio, può essere impreziosito combinando questi fiori con con rose che riprendano i toni dominati di viola e arancio.

Anche i matrimoni dallo stile moderno ultimante abbandonano il lineare ed essenziale puntando tutto su colori accesi e decisi, come queste composizioni in cui spiccano il giallo di gerbere e rose e il blu di genziane e ranuncoli a grappolo, tonalità stemperate ed esaltate da piccole margherite di campo bianche e inflorescenze verdi. A sorprendere l’occhio i volumi dei limoni e l’uso della craspedia, particolare fiore dalla lineare e pulita forma sferica. I supporti, al passo coi tempi per ciò che riguarda l’eco friendly, in questo caso sono in cartone ondulato, materiale neutro che non ruba la scena a fiori così accuratamente selezionati.

Il tableau mariage è uno di quegli elementi in cui ci si può sbizzarrire con la fantasia: riprendendo i colori e volendo usare materiali sostenibili , un’idea è quella di usare le bottiglie da vino scure, ognuna con uno stelo fiorito, recante un’etichetta che indica agli ospiti il loro tavolo.

In un’antica dimora o un giardino all’italiana, cosa donerebbe più di uno stile romantico? Date le ultime tendenze, il romantico si assimila molto al glamour, sia in schemi che in cromie. Le rose, fiori raffinati ed eleganti che per eccellenza, sono l’immancabile tocco di classe, la novità sta nelle nuance antiche e terrose: violaceo, crema, rosa cipria e beige.

Predilette le ortensie per creare un’esplosione floreale nel bouquet della sposa. Il glam sta nella cura dei dettagli come la decorazione delle sedie con il conetto per servirsi del riso benaugurale da lanciare agli sposi, riso integrale il cui colore bruno sposa alla perfezione il rosa cremoso dei fiori. A condurre le danze sono proprio i colori delicati e retrò. Per le composizioni da tavola e da giardino restano intramontabili i lisianthus a grandi rami, le rose dai colori della terra e foglie allungate. Si gioca anche di originalità proponendo un’alternativa al classico archetto nuziale, con un arco spezzato la cui funzione di cornice rimane altrettanto efficace.

La moda segue i desideri di ognuno di noi, suggerendo soluzioni scenografiche per la cena di ricevimento all’aperto, circondati da siepi curate e lasciando ai nostri ospiti la possibilità di godere di un soffice prato sotto i piedi. Ciò richiede, per le cerimonie serali, un’attenzione speciale per l’illuminazione, che non deve esser eccessivamente violenta, ma esteticamente evocativa di un atmosfera festosa ma raffinata. Si può optare quindi per un pergolato di catene a piccole luci calde, spesso led effetto lucciola, per un’illuminazione più omogenea oppure per dei punti luce dedicati ad ogni tavolo, come degli eleganti lampadari a cascata di cristalli sospesi da piedi ad arco, idea armoniosa dal gusto luxury.

CREDITS:

Composizioni floreali: ARREDO VERDE di Cettina Sfavara

Locations: IL CHIOSCO DEI COLLIVILLA ALBA – VILLA ROBERTO

Illuminazione: LION SERVICE GROUP EVENTS Catania

TUTTE LE FOTO SONO STATE SCATTATE DA STUDIO18